Usata molto come intermedio per la buona affinità con il cotogno. Produce un frutto medio, piriforme, la buccia giallo rugginoso, arrossata all’insolazione si ammacca e imbrunisce con facilità se non si usano sufficienti precauzioni, sapore buono, la polpa è fine, compatta, dolce e resiste bene all’ammezzimento.

L’albero è vigoroso, molto fertile, fruttifica su lamburde, brindilli e anche rami misti. La Raccolta avviene circa nella II° decade di agosto.